Martedì 12 novembre

Come organizzare raccolte fondi e donazioni su Facebook


Grazie alle più recenti modifiche volute da Zuckerberg, oggi su Facebook è possibile organizzare raccolte fondi e donazioni per scopi benefici. Se sei interessato a questo genere di iniziative, ecco una pratica guida sul fundraising via social.

Le campagne fundraising su Facebook

In attivo già dal 2017, la nuova funzionalità di raccolta fondi e donazioni su Facebook ha già registrato numeri record: oltre 300 milioni di dollari raccolti per le più diverse iniziative.

Sono complici di questo successo la semplicità del sistema per lanciare cause a favore di organizzazioni, enti e singoli, e la variante “social” del sistema di beneficienza, che permette di interagire con i propri contatti per sensibilizzarsi alla causa.

Organizzare una raccolta fondi su Facebook

I modi per procedere ad una raccolta fondi su Facebook sono sostanzialmente due. O donare una somma di denaro per una iniziativa a favore di un ente no profit, oppure organizzare una donazione per una causa personale promossa da una determinata persona.

Nella prima ipotesi, sono oltre 750.000 le organizzazioni rappresentate dal portale social: potrai scegliere tra quelle che già conosci o a cui hai aderito, o comunque tra quelle che sono più vicine alle tue aree di interessi. Facebook, infatti, suggerisce l’avvio di una campagna di raccolta fondi a seconda della posizione dell’utente, dei suoi interessi e di quelli dei suoi amici.

Il vantaggio di organizzare una raccolta fondi su Facebook, ad esempio, in occasione del tuo compleanno, è rappresentato dal fatto che non vi sono commissioni di pagamento e che la spesa può essere deducibile dalle tasse in base alle diverse leggi fiscali.

Fare donazioni personali su Facebook

In alternativa alle donazioni ad organizzazioni no profit, è possibile creare una campagna di donazioni su Facebook per sostenere una causa personale: potrai chiedere ai tuoi contatti di versare una somma per te, per un amico, o per un’organizzazione non presente sul social network.

La differenza rispetto alla prima modalità è legata al fatto che, in questo caso, bisogna sostenere i costi dei pagamenti e versare le imposte in base agli importi ricevuti (salve le possibili detrazioni connesse all’impiego dei fondi), che vanno dunque dichiarati.

Inoltre, al fine di evitare possibili abusi, Facebook vieta la possibilità di retribuzione per l’organizzatore della campagna e di promettere vantaggi ai benefattori in cambio del proprio contributo.

Raccolta fondi e donazioni su Facebook: come fare?

Per organizzare una raccolta fondi o una campagna di donazioni su Facebook si procede in modo diverso a seconda che l’iniziativa provenga da una pagina, appartenente ad un’associazione no profit, o da un singolo.

Nel primo caso, sulle pagine delle organizzazioni è presente un’apposita opzione “Beneficenza” che permette di avviare, supportare e organizzare traffico social intorno ad una determinata campagna, così da sensibilizzare gli utenti e gli iscritti rispetto all’obiettivo.
In alternativa, le associazioni hanno la possibilità, sfruttando l’interfaccia “Fundraiser”, di collegare alla propria pagina Facebook una campagna già avviata al di fuori del social, così da incrementarne visibilità e attrattiva.
Infine, i gestori di organizzazioni no profit hanno la facoltà di inserire, nell’intestazione della propria pagina, in un post o addirittura in una sessione live Facebook, il tasto “Fai una donazione”, così da permettere agli utenti del social di poter effettuare una donazione slegata da una determinata campagna di beneficenza in atto.

Per quanto riguarda gli utenti, invece, le cose sono più semplici. Supponendo che tu voglia creare una raccolta fondi da devolvere ad un certo organismo in occasione del tuo compleanno, avrai a disposizione due alternative.
Se già conosci una pagina cui vorresti destinare la raccolta fondi, non dovrai far altro che recarti sul profilo di quest’ultima e selezionare l’opzione “Crea raccolta fondi”: si aprirà una nuova finestra che contiene le informazioni della campagna e, per avviarla, il tasto “Inizia”. Di qui dovrai scegliere quanto denaro raccogliere, fissare la scadenza della raccolta e potrai persino dare un titolo alla tua raccolta fondi e descrivere le tue motivazioni, così da convincere i tuoi contatti a partecipare all’iniziativa.
In alternativa, puoi sfruttare qualcuno dei suggerimenti di Facebook, così da trovare un ente no profit cui poter destinare la raccolta fondi. Anche in questo caso avrai la possibilità di condividere con i tuoi amici l’obiettivo da raggiungere.

Richiedi informazioni

Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
Acconsento al trattamento dei miei dati personali ai fini del trattamento con finalità di marketing diretto
Acconsento al trattamento dei miei dati personali ai fini del trattamento con finalità di profilazione
Acconsento al trattamento dei miei dati personali ai fini del trattamento per la comunicazione a terzi con finalità di marketing diretto

Brexit: il “no” del settore auto

Erogazioni liberali 2019: quali sono i limiti per quelle deducibili e detraibili?

ONLUS: Vediamo insieme quali sono i soggetti svantaggiati