Domenica 25 ottobre

In cosa consiste il bonus internet 2020

Internet, a causa dell’emergenza sanitaria, ha comportato la necessità di svolgere le svariate mansioni lavorative da casa: perciò il concetto di smart working è entrato a far parte del vocabolario italiano.
Vediamo in cosa consiste il Bonus Internet e se tu hai diritto a questa agevolazione.

La nascita del Bonus Internet

In tutte le case italiane, nel 2020, è presente una connessione al web, che permette di navigare e svolgere svariate mansioni, comprese anche quelle lavorative.
A causa della pandemia globale, però, l’accesso alla rete è divenuto maggiormente importante in quanto il concetto di smart working prevede che chi deve svolgere una mansione lavorativa da casa debba essere collegato online, più precisamente alle piattaforme create dalle svariate imprese per operare.
Ebbene la connessione al web di cui disponi, oppure il dispositivo da cui accesso alla rete, potrebbero non essere idonei e adeguati per lo svolgimento dei tuoi compiti lavorativi.
Per questo motivo nasce il Bonus Internet, il quale ha un duplice scopo: offrire a chi deve lavorare da casa gli strumenti necessari per collegarsi online ed essere operativi.

In cosa consiste nello specifico il Bonus Internet

Questa nuova iniziativa del Governo Italiano, creata in accordo con le varie compagnie telefoniche, ha lo scopo di migliorare la qualità della strumentazione presente in una casa che permette di navigare online.
Inoltre il bonus permette anche a coloro che non possiedono una connessione al web di poter usufruire di un’agevolazione che consenta appunto di effettuare l’accesso alla rete senza che vi siano problematiche di vario genere.
Pertanto il voucher, dal valore differente a seconda della situazione nella quale si trova una famiglia, permette di effettuare l’acquisto o il miglioramento delle diverse strumentazioni presenti in un’abitazione.

Chi ha diritto a questo bonus e quali sono le limitazioni

Prima di parlare del valore e degli acquisti che si possono effettuare per poter operare da casa e quindi rendere attivo il concetto di smart working, occorre sapere se tu rientri in una delle categorie dei soggetti che hanno diritto a questo bonus.
La prima di queste è la famiglia con un reddito ISEE sotto i 20 mila euro che intende acquistare sia un dispositivo per navigare online che quello per lavorare, che si tratti di un computer oppure di un tablet.
La seconda categoria di soggetti, invece, sono le famiglie con reddito ISEE sotto i 50 mila euro che intendono effettuare un upgrade della loro strumentazione, in particolar modo per quanto concerne l’abbonamento per navigare online.
Infine vi sono le imprese che vogliono introdurre o migliorare i vari strumenti che garantiscono la possibilità ai dipendenti di connettersi alla rete ed essere operativi da casa.

Sono invece escluse le persone che hanno già richiesto questo bonus o che hanno un reddito ISEE superiore rispetto alle due soglie e coloro che invece vogliono solamente cambiare gestore telefonico.

A quanto ammontano gli importi del Bonus Internet

Sul fronte importi occorre suddividere le tre categorie di soggetti che possono usufruire di quest’agevolazione.
Per quanto riguarda le famiglie che vogliono acquistare la strumentazione, la quale deve garantire una velocità di 30Mbit/s, si parla di un voucher suddiviso in due parti, ovvero 200 euro per la sottoscrizione e il pagamento dei primi mesi di abbonamento del servizio e 300 euro per l’acquisto del computer o tablet, per un totale complessivo di 500 euro.

Per le famiglie che intendono invece effettuare il cambio dell’abbonamento, migliorando la velocità di connessione fino a 1 Gbit/s, il voucher che permette di svolgere la sostituzione del servizio è di 200 euro.
Ovviamente si parla delle famiglie che vogliono incrementare la velocità di navigazione, quindi se rientri in questa categoria devi avere già l’accesso a internet, con velocità a 30 Mbit/s e un computer.
Per le imprese l’importo del bonus è compreso tra i 500 e i 2 mila euro a seconda del lavoro che deve essere svolto e della strumentazione presente nell’impresa.

Questi sono i vari importi che potrai sfruttare, a seconda della categoria di soggetti nei quali rientri, per lavorare da casa senza riscontrare problematiche gravi.

Il voucher deve coprire il costo dell’abbonamento o il cambio del gestore: in questo caso devi sapere che la sostituzione è valida e coperta dall’agevolazione solo ed esclusivamente se la velocità della connessione al web rimane tale o comunque ai livelli basilari prima citati, cioè 30 Mbit/s.

Come e quando richiedere il Bonus Internet

Le richieste per usufruire di questo bonus sono ancora oggi in stand by, in quanto inizialmente il Governo aveva annunciato che a settembre sarebbe stato possibile iniziare a richiedere i voucher.
Pertanto occorre attendere ancora qualche giorno prima che si sappia come usufruire del servizio e allo stesso tempo le modalità che devi sfruttare per poterlo richiedere senza riscontrare delle difficoltà di ogni genere.
Per ora sai quali sono i limiti, le operazioni che si possono compiere e quali sono i diversi requisiti che si devono rispettare per usufruire di questo bonus dedicato esclusivamente alla connessione internet e allo smart working.

Vuoi saperne di più? Lasciaci i tuoi dati nel form qui sotto

Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
Acconsento al trattamento dei miei dati personali ai fini del trattamento con finalità di marketing diretto
Acconsento al trattamento dei miei dati personali ai fini del trattamento con finalità di profilazione
Acconsento al trattamento dei miei dati personali ai fini del trattamento per la comunicazione a terzi con finalità di marketing diretto

Tutto quello che devi sapere sulla Fibra Ottica

L’abbattimento delle disuguaglianze digitali attraverso la banda ultralarga

Fibra ottica, il metodo vincente per produrla!