Sabato 08 agosto

Rendere più sicure le nostre abitazioni non è mai stato così facile


Possedere una casa è un fattore molto importante, in quanto ci permette di ripararci dal freddo, dal caldo e dagli agenti atmosferici. Quindi dobbiamo ricambiarle questo aspetto rendola sicura, per evitare che qualcuno se ne impossessi in nostra assenza: non è poi così raro che una volta tornati dalle vacanze certe persone si ritrovino la casa occupata. La maggior parte dei furti più piccoli avviene a causa di alcune nostre gravi dimenticanze come quelle di attivare l’allarme o di chiudere la porta, prima di recarsi in un qualsiasi luogo. Molto spesso capita infatti di uscire di casa e , dopo aver fatto parecchia strada, di non ricordarsi se abbiamo attivato o meno tutti i dispositivi di sicurezza di cui la nostra abitazione è munita. Fortunatamente la tecnologia ci è d’aiuto, grazie ad alcune applicazioni che ci aiuteranno a semplificare questa verifica. Esse sono comodissime in quanto accessibili ovunque e da tutti, infatti si stima che siano più di 32 milioni le persone che utilizzano lo smartphone per collegarsi a internet. Il numero di applicazioni disponibili negli Store è sempre più alto e con esse è possibile renderci la vita più semplice e nello stesso momento risparmiare tempo: infatti è possibile fare shopping, prenotare un hotel o comprare un biglietto semplicemente con un tap sullo schermo.

Un’ indagine compiuta dall’azienda esperta in sicurezza, Risco Group, ha fornito dei dati molto rilevanti. Secondo questa ricerca circa il 60 % degli utenti è uscita di casa con il dubbio di aver chiuso o meno la porta. La percentuale sale addirittura fino ad oltre l’80 quando si parla dell’ attivazione dell’ allarme. Dati alla mano è facilmente intuibile l’importanza di avere comodamente sul proprio smartphone un’applicazione che ci permetta di connerci alla nostra abitazione e di monitorarla in tempo reale. Fortunatamente esiste e il suo nome è Irisco, dall’azienda che l’ha sviluppata, ovvero Risco Group.
Il 92 % degli utilizzatori di quest’applicazione ha ammesso che la tecnologia offre un’ulteriore supporto alla sicurezza delle loro abitazioni e che essa sta diventando sempre più importante.

OCCHIO A NON ESAGERARE

Vi è però il rovescio della medaglia perché, secondo una percentuale maggiore del 60 % degli utilizzatori, c’è il rischio che l’utilizzo di quest’applicazione diventi difficile da controllare, sfociando in una vera e proprio dipendenza. Infatti molta gente dichiara di collegarsi a Irisco per più di una volta nel corso della giornata anche mentre è in vacanza, preoccupata che tutto sia in ordine come quando se ne sono andati. Infine gli accessi a Irisco avvengono per lo più tramite Smartphone, anche se vi è una piccola percentuale che si collega tramite tablet (2%) o web browser
(1%). Gli utenti con un maggior tasso di attività sono per lo più utenti Android (61 %), mentre quelli Ios si fermano al 39 %.

Concludendo, va bene utilizzare Irisco per sentisi più “sicuri” quando si va in vacanza o semplicemente a mangiar fuori in compagnia degli amici, ma bisogna stare attenti a non oltrepassare il limite. C’è anche un proverbio che si addice a questo caso, il quale afferma “Il troppo stroppia”.

Vuoi saperne di più? Lasciaci i tuoi dati nel form qui sotto

Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
Acconsento al trattamento dei miei dati personali ai fini del trattamento con finalità di marketing diretto
Acconsento al trattamento dei miei dati personali ai fini del trattamento con finalità di profilazione
Acconsento al trattamento dei miei dati personali ai fini del trattamento per la comunicazione a terzi con finalità di marketing diretto

Unicef: presentato il nuovo Rapporto sull’intervento umanitario 2019

Inflazione, prezzi come una vera e propria montagna russa

Installazione impianto di allarme