Domenica 25 ottobre

Scopriamo insieme come verifiare la copertura della fibra

Internet è diventato ormai un mezzo fondamentale per la società e per la vita di ognuno di noi, visto le numerose opportunità che offre. Con esso puoi tenerti sempre aggiornato in tempo reale su notizie da tutto il mondo, controllare il meteo, parlare con amici e parenti a distanza, effettuare operazioni finanziarie ed anche lavorare, in modalità smart working.
La connettività Internet è stata notevolmente migliorata nel tempo, dapprima lavorando sulla sua stabilità ed espandendo la zona di copertura su più territori possibili e poi cercando di migliorare la velocità di trasmissione dati e quindi di navigazione generale.

Sì è passati infatti dalla classica e tradizionale connessione Adsl tramite modem, che può raggiungere la velocità massima di 20 Mb/s, alla fibra ottica, una tecnica di connessione molto più vantaggiosa e che consente di arrivare ed anche superare la velocità di 100 Mb/s.

Ma quali sono i vantaggi effettivi di essa? E come fare a sapere se la zona dove si vive è coperta dalla fibra? Proviamo a dare delle risposte concrete di seguito.

I benefici della fibra ottica

Avere una connessione in casa con la fibra ottica comporta sicuramente enormi vantaggi rispetto ad un classico collegamento con Adsl.

Il primo beneficio in assoluto è la velocità. Si passa da un minimo di 30 Mb/s fino ad un massimo di 300 Mb/s, anche se nelle grandi città come Milano, Roma, Torino ecc. si può addirittura raggiungere l’elevatissima velocità di 1 Gb/s.

Una rete di questo genere permette di navigare tra le varie pagine web con la massima comodità, con tempi di caricamento rapidissimi, se non immediati. Anche la velocità di download di file aumenta notevolmente. Puoi scaricare video, film ed altri file di grandi dimensioni in pochissimi minuti ed addirittura secondi. Con la vecchia Adsl, invece, è normale dover aspettare anche diverse ore per la conclusione dell’operazione.

Un secondo grande vantaggio della connettività con fibra ottica è la sua stabilità. Si riuscirà sempre a navigare senza problemi o cali improvvisi di velocità e potenza. La tecnologia è molto affidabile e stabile. Ciò permette di conseguenza di poter tenere collegati tanti dispositivi diversi senza un calo di efficienza, cosa che con le vecchie modalità di connettività era difficile, visto che la troppa dispersione della velocità Internet tra i device causava rallentamenti ed anche improvvise scomparse di connessione.

Infine, l’ultimo beneficio che possiede la connettività tramite fibra ottica è il suo prezzo di media, molto conveniente e per nulla esagerato. Anzi, paradossalmente, tuttora sono i piani tariffari con l’Adsl che costano maggiormente. In Italia sono vari gli operatori che offrono la fibra, come Fastweb, Vodafone, Wind-3, Tiscali e Tim.

Come controllare la copertura della fibra

Un difetto che possiede questa metodologia di connettività è il fatto che la sua copertura non è ancora elevata, specialmente in Italia, una delle Nazioni più arretrate dal punto di vista della digitalizzazione, avanti solo a Romania, Bulgaria e Grecia.

Pertanto, molti comuni e paesi, specialmente quelli non vicini alle città, possono non avere una copertura per la fibra ottica e quindi essere impossibilitati a sfruttare quest’ottimo sistema di rete.

Ma come fare a verificare in anticipo ciò, evitando inutili chiamate e di stipulare contratti che poi sono inefficienti?

Puoi chiederlo direttamente in anticipo all’operatore con il quale vuoi installare la fibra ottica, tramite email o via telefonica, per avere la certezza che il collegamento sia possibile e perfettamente efficiente.

Un altro metodo più semplice e comodo per verificare la copertura della fibra ottica nella tua zona è quello di sfruttare sul web le varie piattaforme apposite per tale scopo. Basta inserire la propria città o paese, l’indirizzo ed il numero civico della tua abitazione, fondamentale per una localizzazione precisa. Il sistema ti darà in pochi secondi il risultato. Se è possibile effettuare il collegamento, puoi stipulare il contratto e goderti la tua connettività ad alta velocità per navigare al meglio con Intenret. Viceversa, se non è una zona ancora coperta, si dovranno scegliere soluzioni alternative.

Esse sono tre, meno efficaci ma comunque molto interessanti:

  • installare una connettività con fibra mista rame FTTC, che possiede una maggiore copertura ma ha un trasferimento dei dati meno veloce, ma comunque molto buono;
  • rimanere o fare un nuovo contratto con un modem Adsl, che, seppur datato, permette comunque di navigare su Internet senza troppe pretese;
  • infine, si può optare per utilizzare l’internet del proprio tariffario mobile. Tutti gli operatori telefonici propongono ormai piani con molti Gb mensili. Si può utilizzare lo smartphone come hotspot, quindi come un modem vero e proprio, e connetterci i vari dispositivi senza problemi. In questo caso, però, è importante che controlli periodicamente quanto Internet hai consumato, visto che si tratta di un piano a consumo e non illimitato come con l’Adsl o la fibra mista rame FTTC.

Vuoi saperne di più? Lasciaci i tuoi dati nel form qui sotto

Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
Acconsento al trattamento dei miei dati personali ai fini del trattamento con finalità di marketing diretto
Acconsento al trattamento dei miei dati personali ai fini del trattamento con finalità di profilazione
Acconsento al trattamento dei miei dati personali ai fini del trattamento per la comunicazione a terzi con finalità di marketing diretto

Tutto quello che devi sapere sulla Fibra Ottica

In cosa consiste il bonus internet 2020

L’abbattimento delle disuguaglianze digitali attraverso la banda ultralarga